TERRE DI CONFINE FILM FESTIVAL ARRIVA ALL’ XI EDIZIONE

nastro d'argento
TRE FILM SARDI IN FINALE AL NASTRO D’ARGENTO 2018
25 febbraio 2018
slide2018-1
ISREAL, DA 2 AL 6 MAGGIO NUORO CAPITALE DEL CINEMA
4 maggio 2018

TERRE DI CONFINE FILM FESTIVAL ARRIVA ALL’ XI EDIZIONE

sliderCarlosTribiñoMamby_TDCF

Il confine, sia esso fisico, politico o concettuale, è il tema di fondo ricorrente volto a esplorare la cinematografia recente di un altro luogo o Paese, per metterla a confronto, in modo libero e volutamente disinvolto, con la produzione cinematografica della Sardegna.

Terre di confine filmfestival è ormai diventato, un importante evento italiano dedicato al confronto/incontro tra realtà cinematografiche apparentemente lontane. Il festival, nato nel 2004, ha la peculiarità infatti di proporre un calendario di opere di un particolare Paese straniero e opere sarde. Dopo la Finlandia, Cuba, il Kurdistan, i Balcani, l’Africa, l’Argentina, la Romania, il cinema delle minoranze linguistiche spagnole, la Grecia e l’Irlanda, il paese ospite quest’anno sarà la Colombia.

Quest’anno il Festival avrà un focus particolare sul fiume e l’acqua come luoghi di confine capaci di dividere e unire popoli e terre, mentre il Paese ospite sarà non a caso la Colombia. Il direttore artistico per questa undicesima edizione è il regista Marco Antonio Pani, l’organizzazione come sempre gestita dall’associazione Su Disterru”.

Il programma di Terre di Confine XI è ricco e articolato. Partirà a Oristano l’8 marzo, giornata della donna, con una tavola rotonda sulle figure femminili presenti nell’industria del cinema sardo, seguita dalla proiezione del film Nel mondo grande e terribile diretto da Daniele Maggioni, Maria Grazia Perria e Laura Perini. I due appuntamenti centrali si terranno a Solarussa dal 9 all’11 marzo e ad Asuni dal 15 al 18, con un passaggio infrasettimanale a Sassari.

Qui tutte le info per seguire il festival

http://tdcf.it/index.php/it/blog

Intanto, per iniziare bene, prima di approdare a Oristano, Sassari, Solarussa e Asuni, venerdì 2 marzo a Cagliari una speciale anteprima dell’XI edizione del TdCF, l’ingresso sarà gratuito, presso la Cineteca Sarda sede di Cagliari (viale Trieste 118). Si partirà alle 10.30 con la presentazione del programma dettagliato della rassegna. A seguire la prima sorpresa sarà la proiezione del cortometraggio Su Riu, spot del “terre di confine” 2018, realizzato nei giorni scorsi ad Asuni e Solarussa con gli allievi del laboratorio di cinematografia guidato del direttore artistico Marco Antonio Pani.

La giornata proseguirà con delle proiezioni. In mattinata due cortometraggi: Kalashnikov (30’) di Juan Sebastián Mesa, sul problema della circolazione delle armi; e Nuhuani un bellissimo corto d’animazione di otto minuti in lingua Kogui, sul tema della conservazione e del ricordo delle proprie radici, di Roberto Montoya, Daniela Gómez e Carlos Mario Lozano. In serata si riparte alle 17 con la proiezione del documentario Corta (69’) (Taglia!), di Felipe Guerrero. Un doc etnografico sperimentale sui tagliatori di canne da zucchero in Colombia; e alle 19, è il film X500 (108’) di Juan Andrés Arango, una coproduzione colombiana, canadese e messicana sull’emigrazione, dove i protagonisti sono ragazze e ragazzi di diverse parti del mondo come Colombia, Messico e Filippine.

Qui tutte le informazioni per l’anteprima a Cagliari

https://www.facebook.com/events/190006598265459/?notif_t=plan_user_invited&notif_id=1519818012282035

Moviementu cercherà di segnalarvi sempre questi interessanti appuntamenti del cinema isolano, sia quelli dei grandi centri urbani sia quelli, come il Terre di Confine FF, che riescono con grande impegno a portare il cinema e l’offerta culturale nelle zone centrali e rurali dalla Sardegna.