IMPORTANTE: UN COMUNICATO STAMPA PER DIRE, UNA VOLTA TANTO, DI COSE POSITIVE

FIGARI FILM FEST: ISCRIZIONI DAL 8 FEBBRAIO
2 Febbraio 2017
ARMANDO BUZZO – IL MIO CURRICULUM COMPLETO
3 Febbraio 2017

IMPORTANTE: UN COMUNICATO STAMPA PER DIRE, UNA VOLTA TANTO, DI COSE POSITIVE

Un’associazione come Moviementu deve saper mettere in evidenza i problemi e lottare per la loro risoluzione, anche a costo di attriti e confronti aspri con le istituzioni che hanno in carico la gestione e lo sviluppo del settore audiovisivo, ma anche essere capace di riconoscere i meriti , quando vi sono, degli interlocutori e i progressi che vengono fatti. Per questo motivo, dopo i tanti comunicati battaglieri e le rivendicazioni, per una volta (pur senza dimenticare i tanti problemi ancora da risolvere sulla strada della stabilizzazione e della “normalizzazione” del sostegno al cinema e dell’organizzazione del comparto, o trascurare il fatto che anche quest’anno sono presenti diverse criticità da risolvere), l’assemblea dei soci ha votato per la pubblicazione di un comunicato stampa che fra ieri e oggi verrà diffuso in modo capillare e che dice così:

MOVIEMENTU-RETE CINEMA SARDEGNA

COMUNICATO STAMPA

POSITIVI GLI INTERVENTI REGIONALI PER IL CINEMA E L’AUDIOVISIVO

È tempo di bilanci per il cinema in Sardegna e l’occasione viene data dalla nuova finanziaria regionale e dallo spazio che la settima arte dovrebbe trovare al suo interno. Del problema lo scorso lunedì hanno discusso in un incontro con l’Assessore regionale della Pubblica istruzione Claudia Firino i rappresentanti di Moviementu-Rete Cinema Sardegna, l’organismo di rappresentanza che raggruppa nell’Isola un consistente numero di operatori del settore.

Se la nuova finanziaria conferma, come anticipato dall’Assessore, le stesse cifre previste per l’anno appena concluso il giudizio non può essere che positivo in quanto per la prima volta nella storia gli investimenti nel comparto cinema in Sardegna superano l’occasionalità e diventano strutturali. Infatti negli ultimi tre anni l’Amministrazione regionale ha garantito con continuità i fondi necessari per permettere al comparto di ripartire e stabilizzarsi e quindi di dare serie prospettive di crescita agli operatori. Non si tratta sicuramente di cifre alte (3,6 milioni nel 2015, 4 nel 2016 e altrettanti, se confermati, nel 2017) ma sufficienti, in periodo di grave crisi, per permettere all’intera filiera – produzione, film commission, festival, rassegne, premi, formazione, ricerca e sperimentazione – di respirare e di vivere anche perché le risorse regionali producono un effetto moltiplicatore facilitando l’attrazione di quelle statali, comunitarie e dei privati.

Nell’ultimo triennio i rapporti fra Moviementu e l’Amministrazione regionale non sono stati certo sempre teneri. I momenti di conflitto, anche duri – come il ricorso al TAR, vinto, sulla ripartizione dei fondi – non sono mancati e le battaglie per sostenere il comparto e far sì che i fondi venissero garantiti con tempi certi e spesi con criteri di trasparenza sono state numerose e frequenti. Ma, riconoscendo il valore della buona dialettica, in cui le contrapposizioni quando non sono pretestuose o fini a se stesse conducono alla crescita, non si può non apprezzare che nell’arco di due anni sono stati ammessi a finanziamento 14 lungometraggi, altrettanti cortometraggi/documentari, 13 sviluppi di sceneggiature e ancora parecchi festival, rassegne, corsi di formazione, borse di studio, progetti di ricerca che hanno coinvolto un numero consistente di soggetti e, oltre a dare lavoro a molte persone, hanno reso l’isola una realtà di primo piano nel panorama cinematografico italiano, dando finalmente credibilità alla prospettiva di un nuovo settore economico per la Sardegna.

I soci di Moviementu sottolineano, dunque, il felice momento che il cinema e l’audiovisivo stanno attraversando in Sardegna riconoscendo, pur senza trascurare le criticità da risolvere che permangono ancora numerose, i meriti dell’Assessore regionale Claudia Firino e della Giunta guidata da Francesco Pigliaru. Auspicano, nel contempo, che le politiche di settore possano avere continuità anche nei prossimi anni in modo che quanto di positivo è stato costruito non vada sprecato.

Moviementu Rete Cinema sardegna

Cagliari, 2 febbraio 2017

slogan